L'esperienza della tesi a Stanford | LFC Finance Club
16010
post-template-default,single,single-post,postid-16010,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

L’esperienza della tesi a Stanford

L’esperienza della tesi a Stanford

Aldo Nicotra e Manuel Razza, studenti LUISS del corso di Laurea Magistrale di Economia e direzione delle imprese – percorso Digital management – hanno scelto la Stanford University come meta per la redazione della tesi all’estero: ciò è stato reso possibile grazie alla vittoria del bando di concorso LUISS istituito per permettere la preparazione della tesi presso istituzioni pubbliche o private straniere a studenti selezionati sulla base di criteri di merito accademico.

Membri attivi del LFC (LUISS Finance Club), i due studenti operano in qualità di visiting researcher, con la possibilità di scoprire e beneficiare della prossimità ad uno degli ambienti imprenditorialmente più vivaci al mondo, la Silicon Valley.

Un’opportunità che assume ancora più valore in quanto il percorso di studi di entrambi è caratterizzato dalla vocazione per l’IT e per la digital economy: il progetto di ricerca di Aldo Nicotra si sofferma sulla sharing economy nell’industria automobilistica, mentre quello di Manuel Razza tratta il tema della digitalizzazione nel settore sanitario. Viste le profonde trasformazioni che interessano tali settori per via dell’innovazione tecnologica, entrambi i progetti possono essere fortemente valorizzati da una simile opportunità sia da un punto di vista accademico sia professionale; entrambi sono supportati infatti da professori con ampia esperienza nei rispettivi ambiti, con i quali sono entrati in contatto anche grazie alle indicazioni del relatore presso la LUISS, Mauro Marè, e possono confrontarsi e partecipare ad attività all’interno del network di imprese che da anni sta trainando la digitalizzazione a livello globale. La presenza di multinazionali dell’IT e il proliferare di startup nell’area rendono Stanford l’ambiente adatto per affrontare due tematiche complesse e dalle potenziali profonde ricadute

sui mercati e sullo stesso modo di fare impresa. A conferma di ciò i due hanno infatti colto l’occasione per prendere i contatti con Luca Maestri, CFO di Apple ed alumno LUISS, che incontrano nella sede della società a Cupertino.

“In questa esperienza voglio mettermi in gioco ed uscire dalla mia comfort zone”  commenta Aldo Nicotra, il quale aggiunge: “nella tesi tratto temi come l’evoluzione del concetto di proprietà e i veicoli a guida autonoma che in Silicon Valley circolano già numerosi: lavorare sui progetti che cambieranno il mondo nel prossimo decennio è un’esperienza unica”.Una prospettiva non dissimile da quella di Manuel Razza, il quale rivela: “vado in Silicon Valley perché lì il futuro arriva prima. La condivisione di esperienze ed il confronto culturale sono occasioni importantissime per sviluppare nuove idee, percepire il cambiamento e tornare con una visione di lungo periodo”.

La volontà di calarsi in contesti dinamici e di mettere alla prova continuamente le proprie competenze sono valori imprescindibili nel business di oggi: Stanford, nonché l’intera area in cui essa è calata, costituiscono pertanto l’opportunità giusta per misurarsi con un contesto professionale e accademico fortemente internazionale e competitivo, il quale costituisce uno dei network che continua oggi a contribuire maggiormente all’innovazione.

 

 

di Lorenzo Chieppa